Chi sono gli Eraserhead Industries

Gli Eraserhead Industries sono una band nata a Thiesi (SS). E’ un progetto electro-industrial metal.

Il nome e il concetto alla base dell’intera idea provengono da Eraserhead, il primo lungometraggio di David Lynch, del 1977. Un film cupo, claustrofobico, psicologicamente macabro e angosciante, così come la società moderna, post-moderna e post-industriale. È questo l’ambiente alienante da cui gli Eraserhead Industries hanno preso vita nel cuore del Meilogu, in Sardegna, nel 2014, con Giuseppe Monte alla batteria, Fabio Amitrano al basso e Pietro Santoru al sound design e alla programmazione. Sin dall’inizio puntano ad avere un sound potente, e originale influenzato da una pluralità di generi che spaziano dal metal all’elettronica. È così che al mood tipico dell’industrial si aggiungono violenza e pesantezza del sound che passa anche per la scelta delle liriche.

Nel 2016 Matteo Deriu entra nella band per dare voce ai sentimenti e alle sensazioni espresse dalla musica. Subito dopo Luigi Porceddu si unisce come chitarrista per rafforzare e compattare il sound. 

Completata la line-up, iniziano così a scrivere brani e suonare in diversi concerti locali in Sardegna ottenendo il premio “Miglior Band” al Diapason Music Contest di Cagliari, nel 2018. Alcuni mesi dopo, hanno pubblicato i loro primo omonimo mini-album, auto prodotto e registrato in casa grazie a Giovanni Martinez.

Influenze

Le influenze musicali sono molteplici. L’industrial metal rappresenta la componente più grande del sound della band che si ispira a RammsteinKMFDM Combichrist, per citarne alcuni. Il punto di forza è comunque il background variegato dei membri della band, grazie al quale si possono percepire elementi EBM e elettronica in stile Prodigy che si mescolano al power riffing di Testament Pantera. Tutto questo viene supportato da una linea ritmica monolitica e pesante influenzata da band come Korn Slipknot. In questo muro sonoro fanno breccia frequenti incursioni di progressive, soprattutto nelle parti più calme e riflessive dei brani.
Nel 2020, gli Eraserhead Industries hanno iniziato la pre-produzione del nuovo album full-lenght.

Gli Eraserhead Industries

Ascolti: Eraserhead Industries

L’album, le cui grafiche sono tratte da foto scattate presso l’ex-base USAF del Monte Limbara, contiene sette brani, di cui un intro e un outro suonati da Pietro Santoru con il D-roning, uno strumento che inizialmente suscita negli altri membri del gruppo la stessa curiosità dei contadini siberiani alla vista della prima lampadina. Ascoltare (e vedere) per credere. Gli altri cinque brani comprendono anche Ghost Rapes, il primo pezzo cantato in inglese, da cui è stato tratto un video realizzato e auto prodotto dalla band, pubblicato nel 2019, anno in cui hanno aperto il concerto degli Asian Dub Foundation a Thiesi.

Gli Eraserhead Industries hanno sfornato un album che fonde influenze industrial, crossover, metal ed elettronica nella loro più ampia accezione. Questo potente mix è reso ulteriormente cupo dal filo conduttore delle liriche. La band scava nelle profondità dell’esistenza umana: le paure, il male, guerra, consumismo e individualismo, il rapporto tra l’uomo e la società in cui vive. Temi sui quali la band spesso discute e si confronta, così come per tutto ciò che riguarda la stesura dei brani.

Il lavoro è disponibile su Bandcamp, e YouTube.

Contatti

Li trovate anche su Facebook Instagram.

Gli Eraserhead Industries in live

Vuoi segnalarci musica, eventi ho hai qualche richiesta? Ascoltiamo la tua voce. Ci trovi su Instagram, su Facebook o se preferisci compilando il form nella nostra sezione contatti.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.